Fibroblasti
Che cos'è il collagene?

Collagene: Struttura, proprietà e presenza nell'organismo

La parola collagene deriva dal greco: colla – colla, genno – generare, dare vita. L’aggettivo “collagenico” esprime al meglio la funzione di questa sostanza, poiché si tratta di una proteina che incolla ed unisce gli elementi cellulari dando di conseguenza origine al processo di formazione dei tessuti e degli organi.

 

Il collagene è il principale elemento fibroso di pelle, tendini, cartilagini, ossa, denti, membrane cornee e vasi di tutti i vertebrati, di cui costituisce, a seconda della specie, dal 50% all’80% di tutte le proteine dell’organismo.

 

Il collagene è una proteina semplice, costituita esclusivamente dagli amminoacidi – scleroproteine fibrillari.

  

È costituito da lunghe catene peptidiche a spirale, collegate tra di loro con i cosiddetti “legami crociati” (il numero e la posizione di questi legami determinano l’elasticità e la resistenza delle cellule, e quindi le proprietà fisiche del tessuto) contenenti da 19 a 105 amminoacidi, tra i quali i più importanti sono: glicina, prolina, idrossiprolina e idrossilisina (gli ultimi due sono praticamente assenti nelle altre proteine).


La composizione degli amminoacidi delle catene del collagene fa sì che esse assumano una forma spaziale chiamata tripla ellisse o tripla elica. Il collagene prodotto dall’organismo umano possiede una sequenza ripetitiva di residui aminoacidici della formula generale _X_Y_Z, dove i residui Y e Z sono incorporati nella catena polipetidica.

 

La spirale di questa proteina è sostenuta da deboli legami idrogeno. Nel collagene presente nell’organismo questi legami possono essere rotti, ad esempio durante una malattia, quando ci sono stati infiammatori acuti oppure quando si verifica un rapido aumento della temperatura del corpo (fino a 42ºC).

  

Il collagene è presente in tutto il corpo umano e svolge la funzione di sostanza rinforzante che unisce le cellule, inoltre richiama e cattura l’acqua all’interno dell’organismo. Le fibre di collagene si trovano nei componenti degli organi interni, che costituiscono le strutture delle membrane situate all’esterno e all’interno degli organi (peritoneo, pleura, precordio, rene, cuore e altri).

  

Il Collagene è in gran parte responsabile:

 

• dello stato della pelle e, indirettamente, di alcuni altri organi;
• della protezione meccanica dell’organismo da parte della pelle;
• del mantenimento della qualità strutturale della pelle;
• della prevenzione della disidratazione, del mantenimento di elasticità e tonicità, e della riduzione ai minimi termini delle rughe;
• della funzione rinforzante-scheletrica del tessuto osseo: la diminuzione della produzione del collagene dà inizio ad un processo di perdita della massa ossea, cioè all’osteoporosi;
• della resistenza dei tendini.

 

VARIAZIONI DELLE PROTEINE DI COLLAGENE NELL’ORGANISMO. PERCHÉ INVECCHIAMO?

 

Durante tutta la vita il collagene viene continuamente ricambiato. Ad esempio nel tessuto osseo questo processo dura un anno circa, nel fegato un mese, nella pelle, a seconda delle proprietà personali, dai 140 ai 160 giorni. I fibroblasti sono cellule tipiche del tessuto connettivo che producono collagene, a patto che venga fornito adeguato substrato proteico per ricostruire o sostituire le strutture danneggiate.

 

Con l’avanzare degli anni la produzione naturale del collagene da parte dei fibroblasti diminuisce e il suo ricambio nei singoli organi rallenta. E’ così che comincia il processo d’ invecchiamento. La carenza di collagene, oppure la sua biosintesi troppo lenta, provocano l’invecchiamento dei tessuti molli e delle ossa, fenomeni degenerativi nei tendini, nelle articolazioni, nel tessuto di sostegno dei denti (parodonzio).

 

Collagene ed elastina sono le proteine di sostegno della pelle, le assicurano idratazione ed elasticità.